Strumenti di navigazione di Margherita Asta, il valore della memoria

Play Pausa Stop Salta indietro Salta avanti Disattiva audio Aumenta volume Diminuisci volume

Margherita Asta, il valore della memoria

01 maggio 2012 da Ufficio Stampa

Il 2 aprile 1985, poco dopo le 8.35, sulla strada statale che attraversa Pizzolungo, in provincia di Trapani, un'autobomba è pronta per l'attentato al sostituto procuratore Carlo Palermo che si sta recando al palazzo di Giustizia di Trapani a bordo di una 132 blindata, seguito da una Fiat Ritmo di scorta non blindata. In prossimità dell'auto carica di tritolo l'auto di Carlo Palermo supera una Volkswagen Scirocco guidata da Barbara Rizzo, 30 anni, che accompagna a scuola i figli Salvatore e Giuseppe Asta, gemelli di 6 anni. L'utilitaria si viene a trovare tra l'autobomba e la 132. L'autobomba viene fatta esplodere comunque, nella convinzione che sarebbe saltata in aria anche l'auto di Carlo Palermo. L'utilitaria, invece, fa da scudo all'auto del sostituto procuratore che rimane solo ferito. Nella Scirocco esplosa muoiono la donna e i due bambini.

Margherita Asta è la figlia di Barbara Rizzo ed oggi è una giovane donna che continua a lottare perché la vicenda della sua famiglia non venga dimenticata.

Lunedì 12 marzo Margherita ha incontrato gli studenti nell’aula magna della scuola media Rodari-Jussi e, poi, i cittadini nella Sala Eventi della Mediateca. L’incontro è promosso dall’Assessorato alla Qualità Educativa in collaborazione con la scuola media Rodari-Jussi, il primo ed il secondo circolo didattico nell’ambito della "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie 2012”.

Ai microfoni di Sanlazzarotv Margherita ha ripercorso la sua vicenda, ha parlato dell’importanza della memoria e del suo impegno con Libera.

4511 Viste
1003 Piace 914 non piacciono

redazione@comune.sanlazzaro.bo.it

Sanlazzarotv.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bologna (n.8238 del 6-03-2012)

2012 © Comune di San Lazzaro di Savena

  Privacy

Realizzato con piattaforma Mediacore da RedTurtle